ITALSIDER, ILVA, ARCELOR MITTAL: oltre mezzo secolo di violazioni di Diritti Costituzionali

ITALSIDER, ILVA, ARCELOR MITTAL: dal 1960 fino ad oggi a Taranto si evidenziando le gravi violazioni commesse in tema di Diritti Costituzionali, sia da parte industriale sia da parte di passati governi.

Due video interventi su FB da parte di Antonino Abrami, pubblicati un anno fa, ma di grande e urgente attualità, a riprova della gravità del caso che coinvolge non solo Taranto e l’Italia, ma le scelte e le grandi sfide in termini di Diritti del Pianeta dell’Umanità.

VIDEO 1

VIDEO2 


ILVA: oltre mezzo secolo , dall'ITALSIDER ad oggi, di violazioni di Diritti e distruzione di RISORSE della Natura

In questo video (3_Video), si riflette sul passato e presente, con la storia del Polo siderurgico, dal 1960 fino al 2018 ed evidenziando le gravi violazioni commesse in tema di Diritti Costituzionali, sia da parte industriale che da parte dei passati GoverniNel secondo video messaggio (4_Video) , relativo al presente e futuro, tratta del "che fare" e vengono presentate alcune proposte che sono poi ancor più dettagliatamente descritte nel libro di prossima , di cui è coautore Paolo Dalla Vecchia, libro dal titolo « L’Acqua, gli altri Beni Comuni e le violazioni di “sovranità” e del “Made in Italy”: da diritti negati ad affari del secolo. Quale tutela e quali soluzioni contro lo strapotere delle Multinazionali ». Parte dei proventi di questo libro sarà donata dagli autori in favore del reddito di cittadinanza ed in favore dei lavoratori del polo siderurgico ed in favore dei progetti proposti nel successivo video messaggio 4_VideoI contenuto di entrami i video sono sintetizzati nel breve videomessaggio 1_Video_PVM, sigla questa che costituisce l'acronimo, appunto, di presentazione dei videomessaggi

Publiée par Antonino Abrami M5S sur Mercredi 18 juillet 2018

ILVA: "CHE FARE"? PROPOSTA/E PER "TARANTO CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA"!

In questo secondo video messaggio (4_Video) vengono presentate alcune proposte Le proposte possono esser finanziate da diversi programmi quadro dell'UE, a cominciare dal Programma EUROPA CREATIVA ed anche dall'utilizzo di APP telefoniche.Le proposte sono poi ancor più dettagliatamente descritte nel libro di prossima uscita dal titolo « L’Acqua, gli altri Beni Comuni e le violazioni di “sovranità” e del “Made in Italy”: da diritti negati ad affari del secolo. Quale tutela e quali soluzioni contro lo strapotere delle Multinazionali » (autori, Antonino Abrami e Paolo Dalla Vecchia). Parte dei proventi della vendita dell'opera sarà destinana al reddito di cittadinanza e per lavoratori del Polo siderurgico.

Publiée par Antonino Abrami M5S sur Mercredi 18 juillet 2018

Seguiranno aggiornamenti e riflessioni sul tema…